Colla di pesce di cosa è fatta

La colla di pesce è una gelatina alimentare molto utilizzata in cucina, che serve per addensare alcune preparazioni. Si chiama anche gelatina ed è un prodotto di origine animale, del tutto insapore, che si trova facilmente in qualsiasi supermercato, sia in fogli, sia in polvere. E il suo uso è davvero semplicissimo! Io, per esempio, la utilizzo come ingrediente per preparare le mie gelee fatte in casa, così come nella cheesecake alla nutella.

Colla di pesce: cos’è e a cosa serve

Colla di pesce di cosa è fatta

La colla di pesce prende il nome da un’antica tecnica russa di produzione dell’itticolla, una colla ricavata dall’essiccazione della vescica natatoria dello storione o di altri pesci. Oggi, però, l’attuale colla di pesce non si produce più così. Si ricava, invece, dalla cotenna del maiale, dalle ossa e dalle cartilagini bovine, che sono ricche di collagene!

Proprio il collagene che contengono crea questa sostanza collosa, in grado di addensare salse e liquidi. Un po’ come facevano la gelatina le nostre nonne.

Come usare la colla di pesce

Colla di pesce di cosa è fatta

Budini, creme, panna cotta, caramelle gommose, gelatine e cheesecake: con la colla di pesce si preparano tantissime ricette! E si può utilizzare sia a caldo, sia a freddo.

Se usiamo la colla di pesce a caldo questa deve essere reidratata, poi ben strizzata, quindi aggiunta a un ingrediente liquido caldo, come latte, panna o acqua.

Se, invece, la ricetta prevede di aggiungere la gelatina a freddo, bisogna prima sciogliere bene la colla di pesce in un paio di cucchiai di liquido caldo, poi farlo freddare, quindi aggiungerlo al composto freddo, per evitare che faccia grumi.

Come sciogliere la colla di pesce

Colla di pesce di cosa è fatta

Usare la colla di pesce è molto semplice. Mentre quella in polvere si utilizza direttamente, se abbiamo acquistato la colla di pesce in fogli dobbiamo prima reidratarla, perché si tratta di un prodotto essiccato.

Basta immergere il numero di fogli di colla di pesce previsti dalla ricetta in acqua fredda e lasciarli a bagno, completamente immersi per almeno 10 minuti. Quindi, trascorso il tempo utile, strizzare per bene i fogli di gelatina prima di aggiungerli alla preparazione.

Come sostituire la colla di pesce

Colla di pesce di cosa è fatta

La colla di pesce è naturalmente priva di glutine e quindi è adatta a chi è celiaco, ma il consiglio è sempre quello di consultare la lista degli ingredienti prima dell’utilizzo.

Visto, però, che si tratta di un ingrediente di origine animale, non è adatta per chi segue un’alimentazione vegetariana oppure vegana. In commercio esistono, perciò, tante altre valide alternative per addensare, con le stesse funzioni e che non contengono derivati animali.

Per sostituire la colla di pesce sono perfetti sia l’agar-agar, sia la carragenina, entrambi estratti dalle alghe.

Utilissima è anche la pectina, che si trova solitamente in commercio in bustine ed è contenuta naturalmente in tanti frutti, come mele e agrumi.

Perfetti per altre preparazioni, poi, sono anche l’amido di riso, così come la farina di semi di carrube.

Qualche esempio di ricetta con colla di pesce:

Colla di pesce di cosa è fatta

Come vi avevo detto all’inizio, io utilizzo la colla di pesce per preparare tante tra le mie ricette dolci!

Nella mia ricetta della cheesecake ai frutti di bosco senza cottura la utilizzo sciogliendola in un pentolino insieme a un bicchierino di limoncello e poi passandolo sul fuoco per pochi istanti, mescolando finché la colla di pesce si scioglie completamente.

Nella cheesecake alla Nutella, invece, Ia incorporo sciolta nella crema di mascarpone, panna e formaggio spalmabile, aiutandomi con lo sbattitore elettrico.

Infine, nella preparazione delle caramelle gelee fatte in casa, metto la colla di pesce nella miscela degli altri ingredienti – succo d’arancia, di limone e zucchero – per poi versare il tutto negli stampini a forma di cuore.

Cosa contiene la colla di pesce?

L'attuale produzione della colla di pesce non ha nulla a che vedere con i prodotti ittici, si ricava infatti dalla cotenna del maiale, dalle ossa e dalle cartilagini bovine. Il collagene presente in queste parti di carne fa in modo che si crei questa sostanza collosa in grado di addensare salse e liquidi.

Come è fatta la gelatina in fogli?

L'80% della gelatina alimentare di origine animale prodotta in Europa è derivata dalla cotenna del maiale. Il 15% viene ricavato dal bifido bovino, cioè da uno strato sottile presente sotto la pelle. Il rimanente 5% viene ricavato quasi tutto da ossa di maiali e bovini.

A cosa fa bene la colla di pesce?

facilita la digestione: La gelatina è un alimento idrofilo, ovvero attira i liquidi, anche quando è cotta e questa caratteristica le permette di trattenere anche i succhi gastrici consentendo una digestione più facile degli alimenti. Migliora anche la peristalsi e l'evacuazione naturale.

Che differenza c'è tra gelatina e colla di pesce?

Alla fine, il termine “colla di pesce” si è trasformato in gelatina alimentare, ma effettivamente si tratta della stessa sostanza che viene filtrata, sterilizzata ed essiccata.